DESIGN
718
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-718,bridge-core-2.1.6,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-26.3,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

DESIGN o MODELLO deve essere UN OGGETTO DI PRODUZIONE INDUSTRIALE

Il termine “design” si traduce in italiano con “disegno” se è bidimensionale (per es. un motivo di ornamento di tessuti) e con “modello“, se è tridimensionale (per es. la forma di una sedia). Molto spesso il termine design nell’ambito della proprietà intellettuale viene utilizzato, SOLO per identificare ogni prodotto dotato di una particolare caratterizzazione estetica. In realtà con l’attuale regolamento il design è inteso come “un oggetto di produzione industriale”.
Il design o modello italiano dura per 5 anni dalla data di deposito ed è rinnovabile per un massimo di cinque periodi (al massimo, quindi, per 25 anni) pagando la tassa di rinnovo e depositando apposita istanza

Definizione di DESIGN

«Possono costituire oggetto di registrazione come disegni e modelli l’aspetto dell’intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale ovvero dei materiali del prodotto stesso ovvero del suo ornamento, a condizione che siano nuovi ed abbiano carattere individuale».(art. 31 CPI = art.3 RDC).

CHE TIPO DI DESIGN?

01

ITALIANO

DESIGN ITALIANO

Il DESIGN ITALIANO permette con una sola domanda di registrare sia un singolo prodotto sia un numero di prodotti da due all’infinito purché omogenei

02

COMUNITARIO

DESIGN COMUNITARIO

Il modello comunitario o design comunitario è un titolo di esclusiva unico, valido in tutta l’Unione Europea

03

INTERNAZIONALE

DESIGN INTERNAZIONALE

DESIGN INTERNAZIONALE Può conferire protezione in più Stati con una singola domanda

DESIGN ITALIANO

l Design Italiano permette con una sola domanda di registrare sia un singolo prodotto sia un numero di prodotti da due all’infinito (domanda multipla), purché omogenei ovvero appartenenti alla stessa classe della Classificazione Internazionale di Locarno.
Questa caratteristica costituisce un grande vantaggio di tempi e costi di registrazione, soprattutto per chi desidera proteggere intere collezioni.

Design Italiano: REQUISITI RICHIESTI

I requisiti per il deposito di un design o modello italiano sono:
NOVITA’: Il modello o design non deve essere identico ad altro già pubblicato o divulgato;
CARATTERE INDIVIDUALE: Il modello o design non deve suscitare un’impressione generale identica o simile, nell’utilizzatore informato, ad altro disegno o modello già noto per pubblicazione o divulgazione.

Design italiano MULTIPLO: CARATTERISTICHE

Con un’unica domanda per modello o disegno italiano si possono proteggere (deposito multiplo) da due ad illimitati oggetti, purché appartenenti alla stessa categoria di prodotti, definita dalla classificazione internazionale di Locarno.

Il costo di una domanda per modello o design italiano multiplo è fisso, indipendentemente dal numero di prodotti e quindi è particolarmente vantaggioso per il depositante.

La domanda per registrazione di modello o design italiano è normalmente accessibile al pubblico dalla sua data di deposito; però il richiedente può domandare il differimento della pubblicazione cioè ritardare l’accesso al pubblico per un periodo fino a 30 mesi.

 

La protezione è territoriale: se il Design non è stato esteso in altri Paesi esteri, la protezione e la tutela del design o modello rimane limitata all’Italia.

DESIGN COMUNITARIO

Il modello comunitario o design comunitario è un titolo di esclusiva unico, valido in tutta l’Unione Europea.

Il deposito, la pubblicazione e registrazione sono gestiti dall’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) di Alicante in Spagna, dopo un esame formale ed amministrativo (non sui requisiti di novità).
 Attualmente la procedura di esame amministrativo si conclude con la concessione in circa 2 giorni.

La protezione del Design o Modello Comunitario registrato dura fino a 25 anni, a partire dalla data di deposito della domanda, purché si paghino le tasse di rinnovo ogni 5 anni.
È possibile depositare, con una sola domanda, più di un modello o design pagando tasse addizionali decrescenti rispetto a quella per il primo modello, per ogni design aggiuntivo, purché tutti i modelli appartengano alla stessa classe internazionale di Locarno e quindi omogenei per tipologia.

Design comunitario: REQUISITI RICHIESTI

I requisiti per il deposito di un design o modello italiano sono:
NOVITA’: Il modello o design non deve essere identico ad altro già pubblicato o divulgato;
CARATTERE INDIVIDUALE: Il modello o design non deve suscitare un’impressione generale identica o simile, nell’utilizzatore informato, ad altro disegno o modello già noto per pubblicazione o divulgazione.

Il modello comunitario depositato non deve essere identico, o differente per dettagli irrilevanti da altri modelli, già presentati al pubblico (mediante pubblicazione ufficiale o divulgazione in fiere, esposizioni ecc.) alla data di deposito della domanda di registrazione del modello medesimo, o di priorità se rivendicata.

Design COMUNITARIO: VANTAGGI

Il modello o disegno comunitario ha quattro vantaggi fondamentali:
• Un esame e una pubblicazione unica per tutti i Paesi dell’Unione Europea;
• Un unico pagamento di tasse per tutti gli Stati;
• Una protezione uniforme in tutti gli Stati;
• Il cosiddetto “anno di grazia”, cioè viene concesso all’autore del design, o al suo avente causa, un periodo di 12 mesi, in cui egli può sottoporre alla prova del mercato il modello o i modelli, prima di decidere se registrare o meno uno o più modelli comunitari.
 Questo periodo di 12 mesi permette di operare una selezione dei modelli ed investire nella registrazione delle forme che hanno riscosso l’approvazione dei consumatori.

Tuttavia, l’anno di grazia rappresenta anche un rischio, nel caso in cui un concorrente registri un modello identico prima del legittimo titolare. Quest’ultimo può sempre invalidarlo per mancanza di novità, ma nel frattempo il titolo dell’avversario si presume valido e blocca il commercio del legittimo titolare. Quando poi il design fosse invalidato definitivamente, trascorso un anno, il legittimo titolare non può più validamente registrarlo

DESIGN INTERNAZIONALE

Il Modello Internazionale può essere registrato con deposito presso l’OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale), avente sede a Ginevra e può conferire protezione in più Stati con una singola domanda.

Design internazionale: PROCEDURA DI DEPOSITO E REGISTRAZIONE

Si possono depositare da 1 a 100 modelli purché appartenenti alla stessa classe internazionale, cioè prodotti omogenei, per es. tutti prodotti di oreficeria, tutti prodotti di ceramica ecc… .

Il costo complessivo del modello internazionale dipende da molti fattori, tra cui il numero degli Stati designati, la pubblicazione in bianco e nero o a colori, il numero di viste per design e dal numero dei modelli da proteggere.

DESIGN E COPYRIGHT: QUALE SCEGLIERE ? QUANDO SERVONO ENTRAMBI ?

Per la legge italiana un modello industriale, ad esempio un gioiello, una ceramica, una lampada, possono godere di una doppia protezione, ovvero della registrazione come modello di Design oppure del riconoscimento come Copyright.

In generale, la legge italiana consente una doppia protezione sia come design sia come copyright a tutte le “opere del disegno industriale che presentano carattere creativo e valore artistico”.

Dunque sarà possibile proteggere alcuni oggetti attraverso entrambi gli strumenti, ottenendo dal copyright il vantaggio di una protezione universale (estesa immediatamente in tutti i paesi), nonché un riconoscimento del valore artistico della propria opera, mentre dal design una protezione più ampia, in grado di coprire anche oggetti, che pur diversi nei dettagli, forniscano un’impressione generale equivalente a quella del modello protetto

Se hai realizzato un’opera d’ingegno appartenente alla letteratura, alla musica, al disegno, al teatro, alla fotografia, al cinema o alle arti ti consigliamo di leggere anche la pagina del COPYRIGHT